Collezione Fabio & Leo Cei

200 artisti, 30.000 opere

La Collezione Fabio & Leo Cei, tra le più importanti in Italia, raccoglie nel suo nucleo originario circa 300 opere di artisti di rilievo internazionale e di fondamentale importanza nella storia dell’Art Brut. Tra questi si segnalano gli artisti della prima generazione del Centro Gugging (August Walla, O.T., Johann Hauser, Johann Korec, Johann Fischer), i francesi Philippe Azéma, Michel Nedjar, Jean-Pierre Nadau, importanti rappresentanti dell’art brut serba, tra cui Sava Sekulic, Joskin Siljan, Barbarien, l’iraniano Mehrdad Rashidi e molti altri. A partire dal 2017, la Collezione si è enormemente arricchita grazie all’acquisizione del Fondo di Bianca Tosatti (che raccoglie tra i più importanti artisti italiani di Art Brut e Arte Irregolare) e, l’anno successivo, del Fondo Faustino Borgalli.

Oggi la Collezione Fabio & Leo Cei conta dunque più di 30.000 opere provenienti da tutto il mondo, rappresentando una straordinaria ricchezza e un punto di riferimento imprescindibile per lo studio e la divulgazione dell’Art Brut in Italia.

Acquisizione del Fondo Bianca Tosatti

Nel 2017 la Casa dell’Art Brut ha acquisito il Fondo di Bianca Tosatti, celebre storica dell’arte e critica. La Prof.ssa Tosatti, tra i massimi punti di riferimento in Italia per lo studio dell’art brut, ha composto nel corso della sua carriera un fondo di più di 30.000 opere di art brut italiana, ora confluite alla Casa dell’Art Brut. Tra gli artisti più rilevanti: Carlo Zinelli, Pietro Ghizzardi, Tarcisio Merati, Umberto Gervasi, Franca Settembrini, Agostino Goldani, Paolo Baroggi, Antonio Dalla Valle.

Acquisizione del Fondo Faustino Borgalli

Nel 2018, la Casa dell’Art Brut ha acquisito il Fondo di opere del pittore Faustino Borgalli, che conta circa 300 dipinti e 2000 disegni. L’artista, ancora sconosciuto, ha dato vita a una strabiliante opera artistica: le rappresentazioni figurative sconfinano in mondi onirici, i ritratti si trasformano in universi surrealisti, i disegni costruiscono meccanismi e architetture fantastiche. Attraverso la conservazione e lo studio del Fondo Faustino Borgalli, la Casa dell’Art Brut offrirà a tutti gli interessati la possibilità di conoscere le infinite sfaccettature della creatività di questo straordinario artista.